Cip e Sky
L'Italia batte 3-2 la Corea del Sud ma č ultima nel gironeVersione stampabile


immagine sinistra

Grande prova d'orgoglio per gli Azzurri nella terza partita del Torneo Internazionale di Torino di para ice hockey. Sul ghiaccio del PalaTazzoli, gli uomini di coach Massimo Da Rin (oggi sostituito dalla coppia formata da Mirko Bianchi e da Carlo Giuseppe Johann Muhr), hanno sconfitto 3-2 la Corea del Sud ai supplementari in un match molto vivace, deciso da una prodezza di Nils Larch a 48 secondi dal termine. L'Italia ha chiuso quindi all'ultimo posto il girone a quota 2 punti dietro a Canada (9), Corea del Sud (4) e Norvegia (3).

L'avvio dell'Italia nel torneo non era stato dei migliori: il 4-2 subito dalla Norvegia, avversario alla portata, all'esordio ha lasciato il segno, con gli Azzurri decisi a rifarsi nelle partite successive. Dopo la, tutto sommato buona, prova nella sconfitta per 3-0 contro la favorita Canada, è arrivato il sofferto successo contro la Corea. La partita si è sbloccata nella terza frazione: merito del vantaggio firmato Nils Larch, a cui hanno risposto, in sequenza, Seung Hwan Jung e Ju Seung Lee; a regalare il pareggio all'Italia ci ha pensato Cavaliere, bravo e fortunato a sorprendere il portiere avversario Jae Woong Lee dalla distanza. Nell'extra-time, complice il power-play, è stato lo stesso Larch a fissare il punteggio sul 3-2 finale. Da segnalare il folto pubblico presente, rappresentato dai ragazzi delle scuole torinesi (la chiusura scolastica per le festività legate al Carnevale aveva limitato il numero di presenze nelle prime due sfide), che hanno riempito di tifo gli spalti del palazzetto.

Tra i protagonisti piemontesi della giornata ci sono stati Mirko Bianchi, in qualità di coach, e il portiere Gabriele Araudo, eletto miglior giocatore tra le fila azzurre. Ecco le loro impressioni post-gara.

Bianchi: "Storicamente abbiamo sempre sofferto le squadre veloci e fisiche come la Corea, soprattutto quando avevamo meno giocatori a disposizione. Fortunatamente, con l'allargamento della rosa, riusciamo ad avere tre linee offensive e due difensive. Oggi siamo riusciti a non soffrire il loro ritmo, imponendo invece il nostro: abbiamo dimostrato che se giochiamo con intensità ce la possiamo fare. Peccato per l'esordio contro la Norvegia, dove siamo andati male perché non abbiamo avuto la giusta mentalità, l'Italia ha giocato al 50% delle proprie possibilità. In ottica Mondiali il gruppo c'è e non ha problemi né a livello tecnico né a livello tattico ma deve migliorare nell'approccio alla gara. I ragazzi devono restare umili, non montarsi la testa, essere più concreti e non sottovalutare gli avversari".

Araudo: "Volevamo cancellare la sconfitta contro la Norvegia: dopo la bella prestazione di ieri contro il Canada è finalmente arrivata questa vittoria tanto attesa. Purtroppo abbiamo accumulato poco minutaggio a livello internazionale. Loro, al contrario, in questi mesi hanno affrontato avversari del calibro di Svezia e Germania. Il successo di oggi sulla Corea significa molto perché loro, a differenza nostra, sono giocatori professionisti, fanno questo come lavoro; la nostra umiltà sta nell'accettare le critiche e guardare sempre avanti. Il premio come miglior giocatore fa sempre piacere, soprattutto quando giochi in casa e c'è tutta la tua famiglia a guardarti. Al di là di questo, voglio condividere questo riconoscimento con i miei compagni di squadra: oggi ci sono stati 15 migliori in campo. Volevo ringraziare anche i ragazzi delle scuole che sono venuti a tifare per noi: quando giochiamo in campionato siamo abituati ad un pubblico di 30 persone al massimo. Sentire questo tifo da stadio quando scendiamo in campo è un emozione indescrivibile, qualcosa di esaltante".

Il prossimo appuntamento dell'Italia è in programma venerdì 3 alle ore 10, quando affronterà il Canada nella prima semifinale; alle ore 15 seguirà il match tra Norvegia e Corea del Sud. Le finali sono in programma sabato 4 con i soliti orari.

Foto di Mauro Ujetto 



01/03/2017


SporTorino.it

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Settembre  >>
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico