Cip e Sky
Ottimo Diego Colombari ai Mondiali di paraciclismo in SudafricaVersione stampabile


immagine sinistra

Il Piemonte è tornato ad essere grande protagonista del paraciclismo a livello internazionale. Diego Colombari della PASSO Cuneo, entrato nel giro della Nazionale nel corso di questa stagione (Campione Italiano 2017), ha ottenuto un 7° posto a cronometro e un 5° posto in linea ai Campionati Mondiali di ciclismo categoria MH5, disputati a Pietermaritzburg in Sudafrica. L'handbiker cuneese è stato grande protagonista nella gara in linea grazie ad una fuga solitaria lunga una trentina di km e frutto di una precisa strategia. Raggiunto dal gruppo degli inseguitori, Colombari non ha poi resistito alla forza dell'olandese De Vries, che ha avuto la meglio su Alex Zanardi al fotofinish, e rivali. Tutte le emozioni di Diego nella nostra intervista...

Diego, congratulazioni per entrambe le gare, sei soddisfatto del risultato?

Il mio primo Mondiale al mio primo anno in Nazionale: sono contento perché era quasi impossibile lottare per una medaglia e perché ritengo di esser fortunato di far parte del gruppo Azzurro e di essere riuscito a partecipare ad una gara così importante e ambita. Tutto questo è il risultato di mesi e mesi di allenamenti e sacrifici dove, per forza di cose, ho dovuto trascurare la mia famiglia. Nella cronometro il risultato era ampiamente aspettato perché i valori erano quelli, nella gara in linea ho provato a cambiare le carte in tavola per vedere se avevo delle possibilità di arrivare a una medaglia.

A proposito della gara in linea, perché hai optato per la fuga?

Perché sapevo che, arrivando in gruppo, avrei avuto poche possibilità di competere contro gli atleti più forti in volata. Ho cambiato strategia cercando l'effetto sorpresa perché, pur sapendo di essere prima o poi raggiunto, speravo che fossero solo due o tre atleti a farlo per andarmi poi a giocare il podio nella parte finale. Purtroppo non è andata così, resta comunque l'emozione di aver provato una cosa che non è da tutti: una fuga di quasi 30 km con un vantaggio massimo di 1:40.

In vista della prossima stagione internazionale, dove puoi migliorare per avvicinarti agli atleti più forti?

Sicuramente dovrò lavorare, in allenamento, su alcuni aspetti per migliorare prima di tutto come atleta. Dobbiamo però lavorare, soprattutto, per rendere il mezzo più performante e in grado di competere al top.

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

Concludere bene la stagione con le ultime due tappe del Giro d'Italia: pur non avendo più possibilità di vincerlo (gli impegni in Nazionale hanno costretto Diego a perdere due tappe quando era in Maglia Rosa, ndr), le gare danno sempre stimoli maggiori per allenarsi nel migliore dei modi. Successivamente inizierò a pensare alla preparazione per il prossimo anno, con l'obiettivo principale che sono i Campionati Mondiali di Maniago (Pn): non sarebbe male conquistare un podio in casa!

Vuoi ringraziare qualcuno?

Ringrazio innanzitutto i miei sponsor, la mia famiglia che mi è stata vicina nonostante i sacrifici e gli allenamenti e la Nazionale per aver creduto in me. 

 



08/09/2017


SporTorino.it

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Settembre  >>
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico