Cip e Sky
Rinnovata la convenzione tra il CIP e Unitą Spinale di TorinoVersione stampabile


immagine sinistra
E’ stato firmato, da Luca Pancalli e dalla dottoressa Alessandra Brusco, il rinnovo della convenzione tra l’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino ed il Comitato Italiano Paralimpico per il quadriennio 2013-2016. L’accordo prevede, nel rispetto del compito istituzionale del CIP di promuovere la diffusione e la pratica dello sport tra persone con disabilità, il proseguimento e lo sviluppo di programmi riabilitativi di sport terapia all’interno dell’Unità Spinale Unipolare del CTO di Torino (USU).

La collaborazione si avvale della partecipazione di alcune società sportive del territorio certificate dal Comitato Regionale del CIP e dalle relative federazioni di appartenenza. L’Azienda Ospedaliera, al contempo, vuole promuovere e favorire progetti per l’inserimento di soggetti (in età adulta e non) con paraplegia, tetraplegia e lesioni midollari nelle diverse discipline sportive per fornire un valido supporto volto al recupero funzionale e psicologico.

La dottoressa Maria Vittoria Actis, Direttore dell’Unità Spinale Recupero Riabilitazione Funzionale dell’Azienda, ha commentato così questa importante conferma: «Il rinnovo dell’accordo con il CIP è estremamente importante perché coprirà a 360° l’attività di sport terapia che pratichiamo all’interno della struttura. All’USU sviluppiamo progetti specifici con le società sportive e le federazioni su ogni singola attività. Posso esprimere grande soddisfazione anche a livello promozionale perché siamo sempre disponibili ad organizzare eventi di presentazione delle nostre iniziative; inoltre, questo nuovo quadriennio ci permetterà di evolvere e, perché no, raggiungere risultati ulteriori».
 
Un altro pensiero la dottoressa Actis lo dedica alle attività in corso e ai possibili nuovi scenari: «Per quanto riguarda le attività svolte all’interno dell’USU, abbiamo tennis tavolo, scherma, tennis in carrozzina e tiro con l’arco ma siamo disponibili a valutare altre discipline. A questo proposito, nel 2014 organizzeremo un incontro sul trail orienteering, una disciplina di orientamento su percorsi accessibili sviluppatasi nel nord-Europa e che permette a persone con e senza disabilità di gareggiare alla pari. Resteranno attivi anche i canali informativi con quelle discipline che, per ovvie ragioni logistiche, non possono essere praticate all’interno della struttura come lo sci e il canottaggio».
In chiusura, una battuta sull’importanza dello sport nel recupero psico-fisico dei pazienti: «Lo sport riveste un ruolo fondamentale nel recupero della fiducia in se stessi: ci si può divertire e, al tempo stesso, capire che la carrozzina non rappresenta un ostacolo così insormontabile com’è vissuto all’inizio della riabilitazione. Sempre più spesso assisto ad un vero e proprio cambio di mentalità quando la persona scopre le possibilità che ha di “mettersi in gioco a 360°”: penso che Patrizia Saccà, nostra collaboratrice da tempo, sia uno degli esempi migliori per descrivere questa dinamica».


(Foto tratta dal sito Sport 2.0)



19/12/2013


SporTorino.it

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Settembre  >>
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico