Cip e Sky
Galletti e Lion trionfano al Trofeo Cittą di Pinerolo di tennis in carrozzinaVersione stampabile


immagine sinistra

Tutto è andato secondo i pronostici: Stefania Galletti e Ivan Lion, i grandi favoriti della vigilia, hanno vinto il Trofeo Città di Pinerolo nel singolare femminile ed in quello maschile. Lion è riuscito nell'impresa di fare il double, aggiudicandosi anche il doppio maschile in coppia con Mirko Gerotto; Denise Boldi e Silvia Di Berti hanno invece trionfato in quello femminile.

Partiamo con Galletti: l'atleta piemontese, alla quarta vittoria a Pinerolo, ha sconfitto in finale  Silvia De Maria con il punteggio di 5-7, 6-1, 7-5 al termine di una gara intensissima e molto equilibrata. Primo set con allungo, sorpasso e contro-sorpasso della De Maria al tie-break; secondo set senza storia in favore della Galletti, terzo set risolto sul filo di lana in favore della numero 2 d'Italia, che ha commentato così la sua vittoria: «Non è stata una partita facile perché io e Silvia ci conosciamo a memoria, ci siamo incontrate moltissime volte e siamo molto amiche; non sono soddisfattissima di come ho giocato perché ho commesso qualche errore di troppo».

Terza vittoria consecutiva, invece, per Lion, che in finale ha sconfitto il romano Luciano Grande per 6-4, 6-3. Dopo un inizio equilibrato, il piemontese in forza al CT Pavia ha allungato chiudendo in scioltezza il primo set; lo stesso copione è andato poi in scena nella seconda frazione. Soddisfazione per la vittoria nelle parole del post partita: «Sono contento di come ho giocato, per l'avversario che ho sconfitto in finale e per il modo in cui sono stato in campo; con il nuovo coach Michele Bruno Franco mi sto concentrando soprattutto sull'aspetto psicologico: sto mettendo in pratica il nuovo allenamento e spero di ottenere bei risultati nei prossimi impegni che mi aspettano».



29/02/2016


SporTorino.it

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Novembre  >>
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico